Web sostenibile: quanto inquina un sito web?

Ripartiamo, dopo una lunga pausa dal blog, con un tema molto interessante, che ci sta molto a cuore: la sostenibilità.

Questa estate la temperatura è salita toccando picchi di 48°, direi che sia più che evidente quali effetti il cambiamento climatico sta avendo sul nostro pianeta. Mi sono quindi interrogata su come posso migliorare il mio lavoro in modo da renderlo più sostenibile. Si può far diventare eco-sostenibile un lavoro svolto esclusivamente al computer?

Cercando online mi sono imbattuta nel Manifesto del Web Sostenibile. Vediamo che cos’è e quali sono i suoi principi.

Il manifesto del web sostenibile

Come e perchè è stato creato

Se Internet fosse un Paese, sarebbe il 4° più grande inquinatore

Mandare email, chattare, riprodurre video, in generale navigare online produce anidride carbonica. La CO2 viene emessa a causa dell’energia necessaria a far funzionare i dispositivi e alimentare le reti wireless. Nel caso di un sito web si tiene conto anche del server, che tiene in archivio i contenuti a cui accediamo.

È stimato che internet emetterà più carbonio entro il 2025 di qualsiasi altro paese ad eccezione di Cina, India e Stati Uniti. Questa stima è cresciuta anche a causa dall’epidemia Covid, che ha portato all’aumento dell’uso della rete per smart working.

Ecco perchè Wholegrain Digital ha creato il Manifesto del Web Sostenibile. Altri esperti del settore digitale, interessati alla sostenibilità, sono poi stati invitati a contribuire alla stesura del manifesto. In totale si sono unite dieci diverse organizzazioni.

Quali sono i suoi principi

Ecco i sei principi fondamentali che incoraggiano chi lo firma ad impegnarsi per iniziare ad applicarli nel proprio lavoro:

  1. Pulito: i servizi che forniamo e i servizi che utilizziamo saranno alimentati da energia rinnovabile.
  2. Efficiente: i prodotti e i servizi che forniamo utilizzeranno la minor quantità di energia e risorse materiali possibile.
  3. Aperto: i prodotti e i servizi che forniamo saranno accessibili, consentiranno lo scambio aperto di informazioni e consentiranno agli utenti di controllare i propri dati.
  4. Onesto: i prodotti e i servizi che forniamo non inganneranno o sfrutteranno gli utenti nel loro design o contenuto.
  5. Rigenerativo: i prodotti e i servizi che forniamo sosterranno un’economia che nutre le persone e il pianeta.
  6. Resiliente: i prodotti e i servizi che forniamo funzioneranno nei tempi e nei luoghi in cui le persone ne hanno più bisogno.

Quanto inquina un sito web?

Per provare a rispondere a questa domanda, l’azienda AvantGrade ha lanciato il progetto Karma Metrix, un set di metriche e strumenti per la misurazione dell’efficienza energetica dei siti web. Con Karma Metrix puoi misurare l’impatto ambientale del tuo sito web in modo da capire quanto deve essere aumentata l’efficienza energetica per ridurre la CO2 emessa.

Abbiamo misurato il nostro sito ed è risultato che produce 68KG di CO2 all’anno, cioè -64% della CO2 emessa rispetto alla media mondiale.

Un sito web energeticamente efficiente emette meno CO2, contribuendo così a ridurre il Riscaldamento Globale.

Clicca qui per vedere quanto inquina il tuo sito.

Cosa facciamo noi per un web più sostenibile

In primo luogo abbiamo firmato il Manifesto. Chi lo firma si impegna a progettare servizi web, con un web design sostenibile, ovvero, con un approccio che metta al primo posto le persone e il pianeta.

In più sappiamo che realizzare pagine web più efficienti, ovvero usabili e veloci, le rende eco-sostenibili. Questo fa in modo che utilizzino meno energie ed emettano meno CO2.

Quindi cominciare da buone pratiche di progettazione è fondamentale, poniamo particolare attenzione a:

  1. Performance: i nostri siti sono veloci da visualizzare;
  2. Contenuti: i nostri siti forniscono nel modo più rapito possibile le informazioni richieste dal nostro visitatore;
  3. Usabilità: i nostri siti funzionano velocemente con ogni connessione e su ogni dispositivo;
  4. Hosting: i nostri siti si appoggiano su un hosting alimentato ad energia rinnovabile. L’hosting Keliweb è alimentato a pannelli solari.

I passi che ci prefiggiamo di compiere in seguito sono:

  1. Misurare le emissioni: Prima del go live misurare quanto è efficiente il sito web;
  2. Ottimizzazioni: Ottimizzarlo per migliorarne l’efficienza energetica e quindi ridurne le emissioni;
  3. Controllo periodico: Rimisurare periodicamente efficienza ed emissioni del sito.

All’interno dell’industria digitale si parla raramente di sostenibilità, ma seguendo questa serie di principi possiamo aiutare il pianeta e rendere i nostri prodotti sostenibili e migliori.

Vuoi ottimizzare il tuo sito web e renderlo sostenibile?

Fonte Manifesto del Web Sostenibile

Foto di Noah Buscher da Unsplash