7 requisiti per un buon sito web

Quali sono i requisiti fondamentali che un buon sito web dovrebbe avere? La risposta è: dipende. Che tipo di sito hai in mente? Che cosa vuoi ottenere? A chi vuoi rivolgerti? Ci sono tuttavia alcune best practice sempre valide.

Vediamo di seguito 7 elementi che influiscono sia sulla qualità sia sull’indicizzazione di un sito web.

I 7 elementi per realizzare un buon sito web

C’è molto da fare per costruire un buon sito web. Non si tratta semplicemente di acquistare un dominio, prendere un hosting, installare WordPress e scegliere un tema prefatto che sembri accattivante. Tutto deve essere ben pianificato ed inserito in una strategia per arrivare a costruire un buon sito web.

Di seguito approfondiamo 7 best practice sempre valide per strutturare in maniera ottimale il tuo sito web.

1. Design ed esperienza utente eccezionale

La grafica del tuo sito deve sicuramente essere accattivante, ma la cosa più importante è che i visitatori raggiungano in un attimo le informazioni necessarie. Quello che vuoi comunicare dovrebbe arrivare forte e chiaro e allo stesso tempo il design dovrebbe essere realizzato seguendo le caratteristiche del brand e ben congegnato. Soprattutto il tuo sito dovrebbe essere chiaro e facile da usare per tutti, concentrati anche sull’accessibilità.

Devi anche considerare l’esperienza dell’utente, quindi come si sente l’utente che visita il tuo sito? Se si tratta di un’esperienza piacevole, la ricorderanno. Fai in modo che le pagine si carichino velocemente, che il testo sia leggibile e i pulsanti ben in vista e facilmente cliccabili.

2. Tecnicamente impeccabile

Un buon sito deve essere realizzato rispettando criteri precisi a livello tecnico:

  • deve essere veloce e performante per rendere i contenuti fruibili nel minor tempo possibile;
  • deve essere facilmente scansionabile dai motori di ricerca e deve essere indicato ciò che può e non può essere scansionato;
  • non deve presentare errori ne a video ne in console.

3. Affidabilità e sicurezza

Sia i motori di ricerca che gli utenti cercano segnali che indichino fiducia. Ecco cosa dovresti considerare:

  • aggiorna periodicamente il tuo sito, in questo modo sarà sempre sicuro e performante;
  • assicurati che abbia il certificato SSL e i link alla privacy e cookie policy corretti;
  • aggiorna i contenuti costantemente e scrivi verificando le fonti;
  • non risparmiare sull’hosting, scegline uno sicuro aggiornato periodicamente in modo da non essere hackerato.

4. Ottimizzazione per i dispositivi mobili

Negli ultimi anni, il traffico mobile ha continuato a crescere e crescere, ecco perchè dovresti subito ottimizzare il tuo sito per dispositivi mobile e lavorare sulla SEO mobile.

L’approccio deve cambiare: bisogna pensare per prima cosa alla versione mobile. Concentrati sui compiti che il visitatore dovrebbe svolgere e chiediti se è facile svolgerli dal sito mobile. Crea un design minimale e completamente mirato.

5. Schema e i rich snippet

I motori di ricerca hanno bisogno di una piccola guida per scoprire il vero significato degli elementi all’interno di una pagina. Per questo è necessario inserire i dati strutturati in formato Schema.

Schema è un po’ come un traduttore per i motori di ricerca e descrive gli elementi di una pagina. Per questo i motori di ricerca possono, ad oggi, verificare con certezza che una recensione è una recensione e una ricetta è una ricetta.

In cambio, Google inserirà nelle risultati di ricerca i rich snippet. I rich snippet sono risultati di ricerca più attraenti perchè hanno informazioni aggiuntive che vengono mostrate vicino al titolo, descrizione e URL. Quindi oltre al link alla tua pagina potrebbero essere mostrati: caroselli, informazioni nutrizionali se si tratta di ricette, valutazioni con le stelle, menu a discesa per le faq e molto altro ancora.

6. Creare contenuti utili e soddisfare il search intent

Concentrati sui tuoi clienti, non su te stesso o sulla tua azienda. Un buon contenuto aiuta i tuoi clienti a raggiungere i loro obiettivi e deve essere offerto al momento giusto.

Devi quindi capire il search intent, ovvero l’intento di ricerca, dei tuoi clienti. Il “motivo reale”, implicito, spesso non dichiarato, in base al quale un utente effettua una ricerca su Google. Per fare ciò, devi conoscere a fondo i tuoi clienti e comprendere il loro comportamento. Concentra i tuoi contenuti su quello e usa il giusto tono di voce.

In questo possono aiutarti Google Analytics e Search Console, così puoi individuare le parole chiave per cui il tuo sito si è posizionato.

7. Strategia SEO

Seguendo tutti i punti sopra avrai, di conseguenza, anche una buona base per l’ottimizzazione SEO.

Se combini tutte queste cose e ci aggiungi una solida strategia SEO, implementi i miglioramenti e tieni d’occhio i risultati, sei sulla strada giusta. Anche Google dice da anni che dovresti concentrarti sulla qualità del tuo sito e dei tuoi contenuti. Ripeti periodicamente la ricerca delle parole chiave e controlla la tua nicchia di mercato.

Questi sono solo alcuni degli elementi più importanti su cui dovresti concentrarti durante lo sviluppo o il miglioramento del tuo sito.

Hai bisogno di aiuto per la realizzazione del tuo sito web?

Foto di Sigmund da Unsplash

Articoli correlati

google analytics gdpr

Google Analytics: vietato l’uso dal Garante Privacy, viola il GDPR

27 Giugno 2022

Il 23 Giugno 2022 il Garante della Privacy si è espresso sull’uso di Google Analytics sui siti che operano all’interno dell’UE dichiarando che violano il GDPR. Vediamo insieme cosa sono […]

Leggi tutto
i file media di wordpress

WordPress al microscopio: i Media

23 Maggio 2022

Siamo al terzo capitolo di WordPress al microscopio, questa volta ci occupiamo dei file multimediali. Quanti e quali file possono essere caricati negli articoli e nelle pagine di WordPress? Vediamolo […]

Leggi tutto
articoli wordpress

WordPress al microscopio: gli Articoli

26 Aprile 2022

Continuiamo l’approfondimento su WordPress, ci spostiamo sul menu laterale con lo sfondo nero e parliamo della prima voce: gli Articoli. Vediamo cosa sono, le loro funzionalità e come possono essere […]

Leggi tutto