Come miglioriamo la UX della versione mobile del tuo sito

Hai un sito web, responsive? Come tutti sanno le visualizzazioni da mobile e tablet sono aumentate moltissimo nel corso degli anni, ecco perchè migliorare la mobile UX.

Google ha annunciato il Mobile First Index, a partire da Marzo 2021. Ciò significa che verrà data la priorità alla versione mobile per quanto riguarda l’indicizzazione e il posizionamento di un sito.

Abbiamo già trattato l’argomento indicizzazione in questo post:

di seguito approfondiamo cosa facciamo per migliorare l’esperienza utente (UX) quando si realizza la versione mobile di un sito o un e-commerce.

1. Pensiamo al visitatore

Progettiamo la struttura del tuo sito web per dispositivi mobili pensando ai tuoi clienti, senza dimenticare la SEO.

Pensiamo a quali sono le attività chiave che gli utenti si aspettano di svolgere rapidamente sul tuo sito. Ottimizziamo la versione mobile in modo tale che queste attività siano accessibili con la massima facilità.

2. Menu chiaro e campo di ricerca

Uno degli elementi chiave della versione mobile è la facilità di ricercare i contenuti. Il menu deve essere sintetico e l’opzione di ricerca sempre ben visibile e disponibile in tutte le pagine.

E’ importante, inoltre, che anche i risultati di ricerca siano ben presentati, accessibili da mobile e ordinati per rilevanza.

Ad esempio, in un e-commerce che vende vestiti, l’opzione di ricerca è fondamentale, ma anche un menu ben strutturato in modo da consentire la navigazione agile tra le categorie (pantaloni, giacche, maglieria…) è necessario.

3. Grafica “leggera” e coerente

La grafica deve essere piacevole e accattivamente, ma allo stesso tempo semplice.

Utilizziamo gli spazi bianchi, bordi e intestazioni in modo da far capire quali sezioni sono separate tra loro. Non è necessasio riempire tutto lo spazio a disposizione. No a immagini troppo grandi, colori troppo forti o troppi colori. Il contrasto tra sfondo e testo deve essere ottimale. Il testo non deve essere troppo piccolo e non ci devono essere troppi cambiamenti di dimensione dei font. Non utilizziamo neanche troppe animazioni che potrebbero appesantire il sito e renderlo troppo lento.

Per visitare i siti web da mobile si usano per lo più le dita e i pollici, ecco perchè Google, nella sua documentazione, ci fornisce le indicazioni per il target dei tocchi (48×48 pixel minimo, 9mm, circa la dimensione di un polpastrello). Deve essere facile fare click sugli elementi, anche usando il pollice.

A gusto personale non troviamo neanche molto indicati i popup che spuntano all’improvviso, non sono per nulla indicati a livello di user experience. Anche Google penalizza l’indicizzazione se nella versione mobile ci sono popup. C’è già la Cookie Policy che ingombra, lasciamole spazio.

4. Sintesi

Un sito web che si rispetti dovrebbe mirare alla conversione. Acquisto di prodotti, ottenere preventivi, reperire contatti o iscrizioni alla newsletter. In qualsiasi caso non ci si dovrebbe dilungare troppo nè con i testi nè con la richiesta di informazioni.

Un classico esempio potrebbe essere il modulo per inserire i dati di fatturazione durante un acquisto. Deve sempre essere presente la spunta per copiare i dati di spedizione da quelli da fatturazione in modo da velocizzare la procedura.

5. Velocità

Un altro fattore importante per migliorare la UX mobile è la velocità. Esistono vari strumenti per controllare la velocità del sito. Noi utilizziamo Google Lighthouse.

La velocità del sito è un punto importante per Google. Non molto tempo fa, hanno annunciato una nuova serie di metriche chiamate Core Web Vitals.

Questi sono alcuni degli accorgimenti che abbiamo quando realizziamo il tuo sito web o e-commerce.

Devi aggiornare il tuo sito e ottimizzare la mobile UX?

Foto di Ben Kolde da Unsplash